News
#
Milano (MI), il 24 Gennaio 2019

Conferenza Stampa di presentazione del Listino Immobili II semestre 2018

Mercato della casa a Milano Metropolitana

Casa a Milano, 5 mila € al mq, +0,7% in sei mesi e +1,3% in un anno, 49 zone si valorizzano, 12 sono stabili, 9 in calo. La cintura Metropolitana soffre ancora ma emergono i Comuni ben serviti e collegati. Questi i dati che emergono dalla “Rilevazione dei prezzi degli Immobili della Città Metropolitana di Milano” sul secondo semestre 2018, realizzata dalla CCIAA MiMBLo, attraverso una Commissione di rilevazione composta dalle principali Associazioni di Categoria ed Ordini Professionali del settore. “Hanno fornito i dati in questo semestre, modificando il metodo di rilevazione per ottenere una pluralità di fonti, oltre a FIMAA Milano Monza & Brianza (Confcommercio Milano) anche Assimpredil ANCE Milano (Confindustria), FIAIP Milano, ANAMA Milano (Confesercenti) ed ISIVI (Valutatori Immobiliari)” riferisce Andrea Marietti, Vice Presidente della Commissione Prezzi Immobili della CCIAA MiMBLo “il confronto costruttivo tra tutti gli operatori della filiera permette di fare una fotografia del mercato fedele e capillare che diviene importante fonte di informazione per la Pubblica Amministrazione, le Istituzioni, le Imprese e i Privati”.

“Sono poche le zone che registrano un calo in città e, in generale, i prezzi tengono meglio rispetto al passato - ha dichiarato Beatrice Zanolini, Consigliere della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi – Milano è in grado di rispondere alle esigenze di un mercato variegato e spesso settoriale come utenza (studentato, senior living, mobilità del lavoro) offrendo situazioni abitative interessanti e adatte per una buona qualità della vita: molto richiesti la presenza di balconi e terrazzi, la prossimità di spazi comuni vivibili con negozi e servizi, trasporti a portata di mano. Soffre ancora la periferia, con un calo elevato a Quarto Oggiaro. Bisogna rivitalizzare le aree più decentrate con una riqualificazione urbana strategica che incentivi insediamenti di servizi come negozi di vicinato, scuole e asili nido, verde urbano, spazi per attività sportive, culturali e di aggregazione”.

Ha dichiarato Vincenzo Albanese, Presidente di FIMAA Milano Monza & Brianza – “Milano è tornata a registrare a fine 2018 circa 25 mila compravendite, come avveniva negli anni pre-crisi: un fermento che lascia ben sperare per l’anno nuovo, al fine di generare, a livello locale e nazionale, un effetto volàno con numeri e trend positivi, andando verso una costante stabilizzazione del mercato. Gli ultimi trimestri hanno confermato una importante tendenza: Milano registra – unico caso a livello italiano – la convivenza di tre differenti mercati, il primo è quello di riferimento per la città, di chi cerca casa per sostituire quella attuale o di chi, complice anche un migliore accesso al credito, sta valutando il primo acquisto. La piazza milanese è però anche sotto la lente di chi, residente in altra città italiana, guarda a un possibile investimento, da mettere a reddito o – grazie alle opportunità di studio e lavoro – per un uso futuro. Infine, ma forse rappresenta il segnale più importante, la nostra città è diventata fortemente attrattiva per un mercato internazionale, interessato a un prodotto ultra esclusivo e in una fascia top class”.

"Il mercato dell'Area Metropolitana sta confermando quanto espresso nel primo semestre del 2018 e cioè un interesse per le abitazioni "convenienti"- dichiara Flavio Bassanini, Vicepresidente FIMAA MiMB - immobili già costruiti da diversi anni, mai abitati e di conseguenza proposti con una scontistica importante. Altra categoria residenziale considerata attraente, sia per le dimensioni dei locali che per il costo decisamente avvicinabile da una ampia platea di soggetti, sono le costruzioni anni ‘70/‘80. Caratteristica imprescindibile per la scelta, comunque, rimane l'ubicazione: i servizi di trasporto, scolastici e commerciali, soprattutto di vicinato, condizionano molto l‘utenza, creando mercato, sia per l'acquisto che per la locazione. Nei casi di Comuni più serviti, l’Area Metropolitana può essere ancora una valida alternativa alla Città.“

 

COMUNICATO STAMPA

 

Gli immobili nella città Metropolitana di Milano: presentato in CCIAA MiMBLo il secondo semestre 2018. Intervista a Vincenzo Albanese (Presidente FIMAA MiMB), Flavio Bassanini (Vicepresidente FIMAA MiMB) e Beatrice Zanolini (Consigliere CCIAA MiMBLo) per Confcommercio MiLoMB

https://youtu.be/hoWR_6yIJ0U