News
#
06 Settembre 2021

Bando Prossima Impresa 2021

La Camera di Commercio di Milano-Monza Brianza-Lodi ed il Comune di Milano hanno pubblicato il bando “Prossima Impresa 2021” che prevede agevolazioni a favore di Micro e Piccole Imprese dei settori commercio al dettaglio di vicinato, artigianato, somministrazione di alimenti e bevande, servizi, turismo, cultura e tempo libero, ecc.., costituite da almeno 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda di agevolazione e con sede operativa in uno dei quartieri periferici di Milano sotto riportati:

Adriano, Baggio, Barona, Bovisa, Bruzzano/Comasina, Calvairate, Chiaravalle, Corvetto/Rogoredo; Crescenzago, Gratosoglio, Greco, Lambrate/Ortica, Lorenteggio/Giambellino, Muggiano, Niguarda, Olmi, Ponte Lambro, Quarto Oggiaro, Quintosole, Quinto Romano, Ronchetto sul Naviglio, San Siro, Spaventa, Stadera, Taliedo/Morsenchio, Vialba/Certosa, Vigentino, Villapizzone/Cagnola.

La sede operativa delle imprese richiedenti deve essere situata su strada con accesso diretto da pubblica via o da altra strada destinata a pubblico transito e che deve essere detenuta a titolo di proprietà, o altro titolo reale di godimento, locazione o comodato.

Il bando cofinanzia in particolare progetti di investimento su una o più delle cinque seguenti aree tematiche:

  1. salute e sicurezza dei lavoratori e dei clienti;
  2. digitalizzazione e commercio elettronico;
  3. ampliamento o riorganizzazione delle superfici di vendita;
  4. sostenibilità ambientale e gestione di rifiuti, scarti, eccedenze alimentari;
  5. progetti di welfare aziendale e conciliazione vita-lavoro.

 

E’ prevista un’agevolazione congiunta, fino al 75% del programma di spesa ammesso per un importo massimo ottenibile di € 45.000,00, composta da:

  • un contributo a fondo perduto, fino al 50% del programma di spesa ammesso e per un massimo di € 30.000,00;
  • un finanziamento agevolato, fino al 25% del programma di spesa ammesso e per un massimo di €15.000,00 ad un tasso di interesse fisso dello 0,5% annuo.

 

Sono ammissibili ai benefici del bando i progetti che comprendono le seguenti spese (al netto di IVA e altri oneri):

  1. studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori, servizi di consulenza e assistenza (nel limite del 10% del programma di investimento);
  2. acquisto brevetti, realizzazione di sistema di qualità, certificazione di qualità, ricerca e sviluppo (nel limite del 5%);
  3. opere murarie e/o lavori assimilati, comprensivi degli impianti elettrici, idrici e riscaldamento/condizionamento e quelle per l'adeguamento funzionale dell'immobile alle esigenze produttive e/o per la ristrutturazione dei locali (nel limite del 20%);
  4. impianti produttivi, macchinari, attrezzature, finiture e arredi, tranne accessori e complementi d'arredo;
  5. acquisto di bici (cargobike) o altri mezzi di trasporto non targati per i servizi di consegna;
  6. sistemi informativi integrati per l'automazione, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di dotazioni informatiche (hardware), software e relative licenze d’uso per le esigenze produttive e gestionali dell'impresa, progettazione e creazione di una propria piattaforma informatica per e-commerce o sistemi di marketing loyalty, web app e nuove piattaforme di pagamento, con esclusione delle spese relative alla manutenzione ordinaria, all’aggiornamento e alla promozione;
  7. investimenti per la sicurezza dei luoghi di lavoro, dell'ambiente e del consumatore;
  8. investimenti per l’implementazione di strumenti e azioni di conciliazione vita-lavoro.

 

Sono ammissibili:

  • progetti che prevedono un programma di spesa compreso tra un minimo di € 10.000,00 e un massimo di € 60.000,00;  
  • spese realizzate a partire dalla data di presentazione della domanda e da realizzare entro e non oltre 18 mesi successivi alla data di approvazione della domanda e, per la straordinaria situazione indotta dalla crisi sanitaria Covid 19, anche le spese eventualmente sostenute già a partire dal 1 gennaio 2021 di importo non superiore al 25% del programma di investimento, fino ad un massimo di € 15.000,00;
  • acquisti di impianti, macchinari ed attrezzature (voce di spesa d) nuovi di fabbrica entro il valore di € 15.000,00 (in caso di spesa superiore è ammessa la sola quota parte relativa ai 18 mesi previsti presupponendo un ammortamento di cinque anni del bene).

 

Le domande di agevolazione dovranno essere presentate esclusivamente in forma telematica attraverso il portale http://webtelemaco.infocamere.it a partire dal 2 settembre 2021 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 3 novembre 2021.

Ogni impresa richiedente potrà presentare una sola domanda di agevolazione.

Le domande di agevolazione verranno valutate con procedura “a punteggio” attraverso:

  • Criteri di merito specifici relativi a: caratteristiche delle imprese richiedenti: adeguatezza del gruppo di progetto (da 0 a 8 punti) e solidità economica e finanziaria (da 0 a 12); qualità della proposta progettuale: fattibilità tecnica (da 0 a 20), impatto atteso sull’area di intervento (da 0 a 15) e qualità complessiva della proposta (da 0 a 25) in termini di coerenza della proposta con le finalità generali del bando e capacità attesa di contribuire alla ripresa e all’adattamento ai cambiamenti indotti dalla crisi Covid 19, con particolare riferimento alle tematiche prioritarie indicate nel bando; sostenibilità economica e finanziaria: equilibrio economico e capacità attesa del progetto di generare il reddito necessario alla remunerazione degli investimenti effettuati nel medio e lungo termine (da 0 a 20). 
  • Premialità aggiuntive relative a imprese femminili (3 punti).

 

Non saranno agevolati i progetti che otterranno un punteggio complessivo inferiore a 60 punti su 100 in base ai criteri di merito.  

BANDO PROSSIMA IMPRESA - ulteriori informazioni e documentazione relativa al bando